Wishlist

Hai 0 articoli

Ordine

0 Articoli

APPLICAZIONI AGRICOLE

CONFIGURA il tuo PRODOTTO

SELEZIONA IL TIPO DI PRODOTTO

ZAPPATRICI

Sono macchine destinate alla lavorazione del terreno per creare le condizioni migliori per lo sviluppo dell’apparato radicale delle coltivazioni (preparazione del letto di semina) oltre che estirpare le malerbe e per interrare i concimi preventivamente distribuiti sul terreno.
La zappatrice è una macchina operatrice portata dalla trattrice tramite l’attacco a tre punti.
È costituita da un albero orizzontale (rotore)sul quale sono fissati gli organi operatori ruotanti (zappette) il cui movimento deriva dalla presa di forza della trattrice a mezzo albero cardanico e attraverso una scatola ingranaggi ad angolo in riduzione ed una trasmissione laterale a catena o ad ingranaggi.
Le potenze richieste dipendono strettamente dalla larghezza di lavoro della macchina, dalla profondità di lavoro delle zappette e dalla natura del terreno (composizione e stato fisico): indicativamente dai 20 ai 180 CV per larghezze comprese tra gli 800 e i 3000 mm.
Il numero di giri richiesto dal rotore oscilla in un campo compreso tra i 150 – 280 giri al min. dipendentemente dalla natura del terreno e dal grado di sminuzzamento desiderato.
Vengono costruite anche macchine doppie (larghezza di lavoro 6/8 metri) costituite da un telaio che supporta due singoli rotori appaiati.
Scelta del prodotto
Allo scopo di fornire il prodotto più idoneo all’esigenza del costruttore, occorre tenere in considerazione i seguenti dati:
Tipo di zappatrice: cioè se la macchina è concepita per ottenere al rotore una solo velocità, oppure sono richieste più velocità con l’impiego di un cambio a manuale o col cambio a leva.
Potenza: essa dipende da varie caratteristiche come: natura del terreno, velocità e profondità di lavoro; ma la grandezza che maggiormente influenza la potenza assorbita della zappatrice è in modo pressoché lineare è la larghezza di lavoro.
Larghezza di lavoro: è l’ampiezza dell’organo fresante.
Numero di giri del rotore: velocità con cui s’intende far lavorare gli organi fresanti.
La differenza tra una scatola ingranaggi con cambio rispetto a quella ad una sola velocità è che nel primo esiste la possibilità di ottenere al rotore la velocità di lavoro più indicata dipendentemente dalle caratteristiche del terreno, dalle sue condizioni (umido, secco, rilassato, compatto …) e dal risultato di sminuzzamento richiesto.
Con una certa approssimazione a livello indicativo si può determinare la potenza richiesta della scatola ingranaggi utilizzando la seguente relazione:
N = i * L * h
Dove:     N: e la potenza richiesta espressa in KW.
i: è l’indice di lavorabilità ricavato sperimentalmente su diversi tipi di terreni espresso in KW/m*cm e qui di seguito vengono riportati alcuni lavori indicativi:
        -terreno sabbioso         -i=0,8
        -terreno limoso-sabbioso     -i=1,0
        -terreno limoso         -i=1,2
        -terreno limoso-argilloso    -i=1,4
        -terreno argilloso         -i=1,6
    L: larghezza di lavoro in metri    
    H: profondità di lavoro in centimetri
Indicativamente la velocità di avanzamento del trattore durante la lavorazione di zappatura è tra i 2 e 4 km/h e la profondità di lavoro si attestano tra i 14 e 30 cm circa.
Si dispone di una gamma prodotti per zappatrice sufficiente la totalità delle applicazioni.
Nella produzione standard sono previste anche i pignoni a catena (vedi S.9A) per la trasmissione laterale
La gamma prevede:
Scatola ingranaggi ad una sola velocità
Scatola ingranaggi con cambio manuale di velocità
Scatola ingranaggi con cambio di velocità a leva
Scatole disponibili:
Ad una velocità:
HP=40    TLZ.21C (9.261.811.20 – 9.261.812.20 – 9.261.813.20)    
HP=50    LZ.221F
HP=65    TLZ.292A (9.292.013.00)
HP=82    TLZ.275A
CON CAMBIO MANUALE/LEVA
POTENZA    A CAMBIO MANUALE    A CAMBIO LEVA
HP=45    MZ.801F            -    
HP=70    MZ.812F            DZ.811F
HP=95    MZ.817F             DZ.816F
HP=130    MZ.822F             DZ.821F
HP=180    -                DZ.733F
HP=200    MZ.827F             -

La gamma di trasmissioni cardaniche normalmente utilizzate su queste macchine comprende:
Serie: T e V     Tipo: 40 – 60 – 80 – 90

Organo di sicurezza:     Consigliato: Frizione a dischi multipli (F), Limitatore automatico (L)
    Possibile: Bullone di trancio (B)
Es.: 07.435.039.10 / 07.635.017.10 / 07.645.017.10 / 07.695.077.10  

-Lista codici consigliati
9.261.811.20 – 9.261.812.20 – 9.261.813.20
9.292.013.00
9.702.511.00
 

ZAPPATRICE MULTIPLE INTERFILARI

Sono macchine operatrici portate dalla trattrice tramite l’attacco a tre punti e destinate alla lavorazione del terreno (sarchiatura) fra le file di coltivazioni in fase di crescita come: barbabietole, mais, patate, tabacco, cotone, pomodori, carciofi, ecc.
Questa lavorazione si prefigge principalmente la distruzione delle malerbe che crescono nelle interfile impoverendo il terreno delle sostanze nutritive, lo sminuzzamento del terreno favorendo l’ossigenazione dell’apparato radicale delle coltivazione.
La macchina è costituita da un telaio sul quale vengono fissati corpi fresanti con possibilità però di spostamenti laterali che permettono di adattarsi facilmente e rapidamente alla fresatura di colture localizzate a distanze diverse.
Il movimento raggiunge i rotore attraverso la catena cinematica.
TRATTRICE (albero cardanico) – SCATOLA INGRANAGGI RIDUTTORE AD ANGOLO (barra esagonale) – PRIMO ELEMENTO DEL CORPO FRESANTE (ingranaggi – catena) - ROTORI
Prodotti disponibili:
    -TB. 19C (9.259.871.20)
    -TB. 27C (9.267.002.00 – 9.267.004.00)
    -TB. 278C
    -TB. 22C (9.262.013 – 9.262.515.00)

La gamma di trasmissioni cardaniche normalmente utilizzate su queste macchine comprende:
Serie: T e V     Tipo: 40 – 60 – 80  

Organo di sicurezza:     Consigliato: Frizione a dischi multipli (F)
    Possibile: Bullone di trancio (B)
Es.: 07.435.039.10 / 07.635.017.10 / 07.645.017.10 / 07.695.077.10 / 07.835.012.10  

-Lista codici consigliati
9.259.871.20
9.267.002.00 – 9.267.004.00
9.262.013 – 9.262.515.00
 

ZAPPATRICE SPOSTABILE A COMANDO MECCANICO

Le fresatrici spostabili, a differenza di quelle fisse come dice la parola stessa, permettono uno spostamento laterale dell’organo fresante reso possibile da un comando meccanico.
Queste macchine particolarmente studiate per la necessità di avvicinarsi il più possibile con l’organo fresante al filare della pianta
Sono particolarmente impiegate per la zappatura nei vigneti e nei frutteti.
La macchina e costituita dal telaio che porta solidale il riduttore centrale, il quale deriva il movimento dalla trattrice a mezzo albero cardanico e dal rotore fresante che riceve il movimento dalla trasmissione laterale, generalmente mezzo catena, e siccome al rotore deve essere permesso uno spostamento laterale rispetto al telaio, la trasmissione del moto tra riduttore centrale e trasmissione laterale è realizzato con accoppiamento canotto brocciato-barra esagonale.
Anche per queste macchine le potenze richieste dalla scatola dipendono strettamente dalla larghezza e dalla profondità di lavoro.
Il numero di giri al minuto richiesti al rotore si aggira su 150-280 giri al min. dipendentemente dalla natura del terreno e dal grado di lavorazione desiderato.
Prodotti disponibili:
    TB.281C (9.281.864.10)
    TB.19C (9.259.871.20)
    TB.27C (9.267.002.00 - 9.267.004.00)
    TB.22C (9.262.013 – 9.262.515.00)

La gamma di trasmissioni cardaniche normalmente utilizzate su queste macchine comprende:
Serie: T e V     Tipo: 40 – 60 – 80  

Organo di sicurezza:     Consigliato: Frizione a dischi multipli (F), Limitatore automatico (L)
    Possibile: Bullone di trancio (B)
Es.: 07.435.039.10 / 07.635.017.10 / 07.645.017.10 / 07.835.012.10  

-Lista codici consigliati
9.281.864.10
9.259.871.20

LINK
Privacy Policy
Cookie Policy
CONTATTI
VIA NICOLA SACCO, 12
47122 FORLÌ (FC) – ITALY
TEL. +39 0543 77 95 18
MAIL: INFO@HAUMEA.COM
PARTITA IVA IT 03492120401
SOCIAL
Iscriviti alla nostra newsletter:
Seguici su:
Powered by Passepartout